Home I Corsi 2005 Archibugio a Salve
Archibugio a Salve

E stato svolto,sabato 9 e 16 aprile 2005, in collaborazione con l'associazione culturale "Archibugio a Salve", un laboratorio sensoriale che ha avuto l’obiettivo di creare delle competenze e fornire degli strumenti da utilizzare nelle varie occupazioni quotidiane.

L’attività di esplorazione e quindi di sviluppo dei cinque sensi comincia, nel bambino, fin dalla nascita. Infatti come un piccolo robot-sonda lanciato su un pianeta inesplorato, si muove nell’ambiente che lo circonda  alla ricerca di dati importanti.

L’esplorazione che si alterna ai ritmi del cibo e del sonno, lo diverte: vedere, udire, toccare, muoversi è un gioco piacevole e sarà questa la metodologia del suo primo apprendere, che non abbandonerà mai più. Nonostante questo atteggiamento curioso sia innato, è opportuno incoraggiare in primo luogo la consapevolezza dei cinque sensi e, in seguito, le infinite possibilità che nascono dalla combinazione tra sensi e stimoli.

Nelle attività sensoriali rivolte ai bambini molto piccoli, il ruolo dell’educatrice deve essere rassicurante ma non “invasivo”; ella deve partecipare al gioco rispettando la libertà del bambino, cercando di fornirgli occasioni di scoperta e piacere. L’atteggiamento deve essere attento e partecipe, al fine di alleviare eventuali ansie nel bambino, in modo da aiutarlo a liberare la sua energia e a godere delle sue scoperte.

Il laboratorio si è diviso in due fasi principali:

  1. Un training sensoriale in cui i partecipanti vengono coinvolti in prima persona per “riscoprire” i cinque sensi.
  2. Una proposta di attività di base adatte a bambini che frequentano l’asilo nido:
    VISTA: il bambino fa esperienze visive che, pur presentate dall’educatore sotto forma di giochi semplici e divertenti, vanno comunque a stimolarlo aiutandolo a porsi in relazione con l’adulto.
    TATTO: da una prima consapevolezza tattile, in cui il bambino risponde a stimolazioni indotte, si giunge ad una esplorazione attiva degli oggetti.
    GUSTO E OLFATTO: azioni quali annusare, mettere in bocca e assaggiare, sono modalità primarie  di esplorazione dell’ambiente.
    UDITO: il bambino ama ascoltare e produrre suoni, ma anche il silenzio può diventare occasione di gioco e scoperta.
 

I corsi di Babylandia

Il nostro desiderio più grande è veder nascere e soprattutto veder crescere i centri Babylandia.
Per questo riteniamo fondamentale offrire la possibilità di uno continuo sviluppo professionale dei gestori dei nostri nidi, incrementare il loro bagaglio di conoscenze e valorizzarne le caratteristiche peculiari per ottimizzare le risorse.
Tra i servizi che offre il franchisor non mancano continui spunti su attività ludico-educative che si possono svolgere e consigli per quanto riguarda l’organizzazione e la gestione interna.

Oltre a ciò, ritenendo la formazione un’arma fondamentale per il successo in questa attività, Babylandia offre gratuitamente seminari e corsi per tutti i suoi affiliati.
Questi incontri, tenuti da professionisti ed esperti nel settore, hanno luogo nella sede di Vicenza e vertono su tutti gli argomenti di interesse per il personale operante all’interno del centro: dai laboratori manuali e creativi, alle lezioni teoriche riguardanti lo sviluppo evolutivo del bambino e, in genere, alle problematiche del mondo dell’infanzia.